Guardie e ladri

//Guardie e ladri

Nel corso di uno dei tanti monitoraggi faunistici condotti dal Servizio Naturalistico del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili, lungo il sentiero denominato “dell’aquila” abbiamo rinvenuto poco distanti l’uno dall’altro due piccoli animaletti, un bruco e un coleottero, formanti una coppia particolare in quanto uniti da un rapporto di preda e predatore.
Il bruco, stadio larvale del Bombice dispari (Lymantria dispar) è un vorace defogliatore in grado di arrecare seri danni ad un bosco. Infatti è inserito nell’elenco delle 100 tra le specie invasive più dannose al mondo.

Figura foto a cura del Servizio Naturalistico

Adulti di Lymantria dispar;
sinistra: maschio; destra: femmina

Il bellissimo coleottero con il suo esoscheletro cangiante, chiamato Sicofante (Calosoma sycophanta), è un vorace predatore principalmente del Bombice dispari, della Processionaria delle querce, della Processionaria del pino; arrivando a predare dalle 1000 alle 3000 prede a stagione, rivelandosi un efficace agente di controllo di questi lepidotteri defogliatori. E’ stato infatti utilizzato per la lotta biologica al Bombice dispari su pioppi in Francia nel 1840.

Foto a cura del Servizio Naturalistico

Stadio larvale del Calosoma sycophanta
foto tratta dal sito www.naturamediterraneo.com

Servizio Naturalistico del Parco

2018-08-08T11:28:48+00:00mercoledì, 8 agosto, 2018|News|